Ma anche degustazioni nella storica bottega in San Frediano

by Mark Tylor

 

Nonostante l’attuale drammatico periodo soprattutto per il mondo del buon bere e del buon mangiare, l’Oltrarno di Firenze rimane sempre “la rive gauche” della città, ricco di iniziative e contenuti culturali. Da non trascurare l’attività del Dolce Emporio dove si possono trovare le eccellenze dell’enogastronomia selezionate dallo chef Fabio Barbaglini.

Premiato con la stella Michelin nel 2004 a soli 23 anni con il suo primo ristorante “Caffè Groppi” a Trecate di Novara, continua i suoi successi all’Antica Osteria del Ponte a Cassinetta di Lugagnano, 3 stelle Michelin. Dal 2017 l’approdo a Firenze, dove la sua attività si sta ampliando dalla ristorazione alla selezione e vendita di prodotti di alto livello.

Qui al Dolce Emporio consumazioni sul posto, spesa sfiziosa ma anche pacchetti già pensati con tutto l’occorrente per organizzare un aperitivo o una cena gourmet a casa, da ritirare personalmente o farsi recapitare a domicilio. Un’originale idea di questa storica bottega di San Frediano recentemente riaperta come atelier del gusto che unisce l’insostituibile esperienza dal vivo della ristorazione alle nuove modalità di consumo.

La ristrutturazione dei locali ha lasciato intatta l’atmosfera del negozio storico, dominato dal calore del legno degli scaffali e del bancone centrale, introducendo l’attenzione alla sostenibilità: il nuovo Dolce Emporio è plastic free e fa uso esclusivamente di stoviglie in materiale compostabile e conferibile nella raccolta dell’organico. Nella stessa direzione va la scelta di dotarsi di un impianto all’avanguardia per servire acqua ultrafiltrata.

Il restyling ha permesso inoltre di creare una zona relax, dove sostare per fare due chiacchiere o leggere un libro. Il nuovo Dolce Emporio, infatti, non si presenta unicamente come boutique dove acquistare produzioni di qualità, ma mira a coinvolgere il quartiere di San Frediano, diventando un luogo di ritrovo, dove conoscere etichette particolari, coccolarsi, regalarsi una pausa o portarsi a casa uno sfizio da condividere.

Share post with: