40 auto da sogno a Palazzo Pitti

by Gianni Mercatali, ph. EgonIpse, Massimo Sestini, Niccolò Cambi

Grande successo di pubblico per la seconda edizione dello “Stefano Ricci Heritage Trophy” in piazza Pitti dove, per un weekend, sono state esposte quaranta auto da sogno provenienti dalle più importanti collezioni internazionali. Sembrava una magia: come per incanto il piazzale antistante il Palazzo è stato ricoperto da un manto di prato verde sul quale sono stati “adagiati” questi quaranta veri gioielli dell’automotive. Modelli che hanno segnato la storia e l’evoluzione delle quattro ruote. Migliaia di fiorentini e turisti hanno potuto così ammirare i capolavori del design e della meccanica con un flusso costante di visitatori. I premi “Best of” sono stati attribuiti per la categoria “Sport”, autovetture che hanno corso l’originale Mille Miglia, alla Maserati A6 GCS Pinin Farina del 1954 di Destriero Collection, mentre nella categoria “Elegance” si è affermata la Lancia Asturia IV Serie Convertibile Pinin Farina del 1937 di Salus Karosas. L’iniziativa, voluta dal designer fiorentino, è stata un tributo all’eleganza delle vetture più rappresentative prodotte tra gli anni 20 e 70. Il pubblico ha potuto scoprire la storia di queste autovetture che fanno parte dell’Automotive Masterpieces, chiamato anche l’archivio dei capolavori, con l’omonima App che, grazie a una tecnologia innovativa, invia un feed con tutte le informazioni del mezzo esposto. È stato lo stesso Stefano Ricci a consegnare i premi con una cerimonia nel cortile dell’Ammannati di Palazzo Pitti che ha aperto la serata del Celebrity Fight Night, realizzata con la Andrea Bocelli Foundation e la Mohamed Alì Parkinson Center con il sostegno di Stefano Ricci S.p.A. e Antico Setificio Fiorentino.

Share post with: