5 stelle Michelin in cucina nel segno del gusto

 di Gianni Mercatali, foto Nicola Gnesi Studio

Tre chef di rango per un totale di cinque stelle Michelin hanno lavorato insieme per una cena “a sei mani” che è già stata definita l’evento gastronomico dell’inverno in Versilia. Palcoscenico dell’incontro è stato l’emozionante scenario del Maitò di Forte dei Marmi, cattedrale della buona cucina sin dal 1960 e brand della ristorazione di livello internazionale. Questo evento ha segnato una sorta di gemellaggio Versilia-Bergamo ed ha significato anche condivisione di esperienze nel segno dell’amicizia per tre professionisti che da anni stimolano il palato di clienti competenti ed esigenti. I tre protagonisti assoluti sono stati Roberto Cerea del ristorante “Da Vittorio” di Brusaporto (Bergamo), che si fregia dal 2010 delle tre stelle, Giuseppe Mancino del “Piccolo Principe” del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio che ha conquistato e conserva da tempo le due stelle, e Gianluca Tolla resident chef del Maitò. Insieme hanno entusiasmato con un menù ricco di piatti all’insegna della creatività e della tradizione dimostrando che non è assolutamente vero il detto che troppi cuochi guastano la cucina. Alle cinque portate rigorosamente di pesce era abbinato champagne Ruinart in Magnum Blanc de Blancs e Rosè. Dopo un’originale kermesse di dolci con bomboloncini espressi e riempiti di crema al momento ecco, dopo mezzanotte, la “paccherata Da Vittorio”. Bobo Cerea è entrato in sala con la sua tradizionale grande teglia di rame dove, sotto una cascata di Parmigiano Reggiano grattugiato, ha finito di mantecare i suoi paccheri. Ad applaudire i migliori e più affezionati clienti di questo tempio della gastronomia.

 

Share post with: