by Marco Gemelli

 

Il menù, come si dice in gergo, è piuttosto “verticale”: nient’altro che pizza e tiramisù, ma preparati in versioni sfiziose e fuori dal comune. Debutta a Pontedera il primo ristorante in Italia incentrato proprio su questo connubio: è “Scarlett Pizza&Tiramisù”, in piazza Garibaldi, con l’obiettivo di aprire una tendenza nel mondo della ristorazione puntando su due dei prodotti più iconici della cucina made in Italy. Il menù è incentrato su 13 pizze – bianche e rosse, con impasti bio e farine macinate a pietra – più 6 versioni del celebre dessert emblema della pasticceria italiana nel mondo. In un periodo dominato dallo stile napoletano, la pizza di Scarlett Pizza&Tiramisù punta su una pizza “scrocchiarella” di scuola romana (ma non biscottosa), dagli alti valori nutrizionali ma allo stesso tempo digeribile grazie a lievitazioni non inferiori alle 48 ore. “Le pizze, specie quelle più basse – spiega il titolare Luca Guiducci – di solito vengono mal digerite perché derivanti da impasti industriali, mentre noi puntiamo molto sul controllo di ogni singolo passaggio della filiera, dall’impasto alla cottura”. Ecco dunque pizze stagionali come la Pioppina con funghi e prosciutto, la Carbonara (pecorino romano Dop, uovo pastorizzato, pepe nero aromatizzato al melo, guanciale di Amatrice), oppure quelle che strizzano l’occhio al mondo vegetariano e alle tradizioni regionali. Sul fronte del tiramisù, invece, Scarlett Pizza&Tiramisù si distingue per le 6 “variazioni su tema” che spaziano da quella incentrata sul lampone – con sfera di cioccolato rosa e petali di fiori – a quella dove il caffè è predominante, per non parlare di “Havana 1952”: un sigaro di cioccolato con crema al sifone, affumicatura, caffè e rum cubano. Scarlett Pizza&Tiramisù è un’idea strutturata col supporto strategico di Emiliano Citi di RistoBusiness, che ha allestito una location dall’atmosfera contemporanea, luminosa, dal mood informale.

Share post with: