Proseguono le attività del Lyceum Club Internazionale di Firenze, con oltre settanta eventi in programma da gennaio a dicembre, tra incontri e dibattiti su temi di attualità, concerti, mostre, presentazioni di libri, con la partecipazione di personalità e Istituzioni di primo piano della cultura e delle arti

Evento centrale della programmazione del mese di aprile è il concerto in onore di Géraud de la Tour d’Auvergne, il 15 aprile alle ore 18. Géraud de la Tour, Inspecteur général honoraire de l’administration des affaires culturelles in Francia, è discendente in linea diretta di Maddalena de La Tour d’Auvergne. Maddalena sposò Lorenzo de’ Medici, duca d’Urbino: dal loro matrimonio nacque, a Firenze, Caterina, il 13 aprile 1519, che, grazie all’intervento di papa Clemente VII, sposò il figlio del re di Francia, Enrico II e fu regina di Francia. Géraud de la Tour sarà a Firenze proprio nei giorni coincidenti con il 500° anniversario della nascita di Caterina de’ Medici (e di Cosimo I), anche per onorare la sepoltura di Maddalena de la Tour, nella Sacrestia Vecchia di San Lorenzo. Il Lyceum Club Internazionale di Firenze, che ha con la Famiglia de la Tour una solida amicizia, organizza in suo onore un concerto, tenuto dal Maestro Jean Marie Quint, che suonerà un violoncello barocco originale di Louis Guersan, costruito nel 1764 a Parigi. Il programma prevede musiche di J. S. Bach, D. Gabrielli, J. M. C. F. Dall’Abaco, autori non francesi, in quanto in Francia, in età barocca, la viola da gamba prese il sopravvento sul violoncello. Il programma illustra tre momenti fondamentali della letteratura solistica per violoncello, a partire dai suoi primordi con i Ricercari di Domenico Gabrielli, attraverso le pagine bachiane dalle Suites per violoncello fino ai Capricci di Dall’Abaco.

L’iniziativa è in collaborazione con l’Institut Français Firenze.

Jean-Marie Quint si diploma in musica da camera e in violoncello nella classe di Jacques Ripoche al Conservatorio di Caen, sua città natale. Si perfeziona nella classe di Philippe Bary dove consegue il “premier prix de la Ville de Paris”. Dal 1993 studia alla Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera) la musica antica e la pratica del violoncello barocco con M° Christophe Coin e si afferma come continuista apprezzato da numerosi gruppi barocchi. Svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che al basso continuo, suonando il Violoncello e anche il Basse de Violon, collaborando con numerosi ensemble da camera ed orchestre tra i quali Les Talens Lyriques di Ch. Rousset, La Simphonie du Marais di H. Reyne, Nova Ars Cantandi di G. Acciai, Il Rossignolo di O. Tenerani, Modo Antiquo di F. M. Sardelli, Il Fondamento di P. Dombrecht, Il Complesso Barocco di A. Curtis, Les Musiciens du Paradis di A. Buet, Elyma di G. Garrido ed inoltre Le Parlement de Musique, Capriccio Basel, La Chapelle Ancienne, L’Ensemble Baroque du Léman, L’ Homme Armé, Les Paladins, Le Poème Harmonique, Auser Musici. Si esibisce inoltre nei principali festival in Francia (Ambronay, Beaune, Sablé sur Sarthe, St Michel en Thiérache, Versailles, Paris…) in Italia, Svizzera, Inghilterra (St John’s Smith di Londra) Germania (Opernhaus di Bayreuth, SemperOper di Dresda) Olanda (Concertgebouw Amsterdam) Belgio, Lussemburgo, Austria (Vienna) Polonia, Spagna, Portogallo e in Argentina (Teatro Colòn di Buenos Aires). Dal 2004 vive a Firenze; il suo interesse per le lingue e i suoi soggiorni oltre i confini lo portano a parlare, oltre al francese, l’italiano, il tedesco e l’inglese. Incide per numerose case discografiche (Sony Classic, Dynamic, Deutsche Grammophon, Naïve, Harmonia Mundi, Assaï, Virgin Classic, Opus 111, Tactus) ed effettua registrazioni radiofoniche e televisive (RAI, France-Musique, Radfio Classique, DRS Svizzera, Arte, Mezzo, France-Television, Sky). Attualmente Jean-Marie Quint si dedica in particolare modo alle Suites per violoncello solo di J. S. Bach e a trascrizioni su violoncello piccolo a cinque corde ed inoltre al repertorio solistico e alla virtuosità violoncellistica di Francesco Geminiani e Jean Barriere.

Share post with: