Posticipato a causa della pandemia, arriva finalmente l’edizione 2020 del Lucca Film Festival e Europa Cinema fino al 4 ottobre, manifestazione di punta tra quelle organizzate e promosse dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. E anche quest’anno, al fianco delle proiezioni, tornano le mostre. La limonaia di Palazzo Pfanner ospiterà l’esposizione Alberto Sordi, Fellini e i Vitelloni: 100 anni insieme, un omaggio ai due giganti del cinema, attraverso manifesti originali dei loro film, i dipinti che li hanno ispirati, locandine, fotobuste, bozzetti, libri, foto di scena, colonne sonore in vinile e cd, tutto proveniente dalla collezione privata del lucchese Alessandro Orsucci. Il ristorante galleria Olio su Tavola, invece, sempre a Lucca, presenta L’amore durante la fine del mondo, una raccolta di disegni di Antonio Sidibè dedicata alla relazione tra cinema, letteratura ed altre arti. Entrambe le mostre apriranno al pubblico il 25 settembre. Quella di Palazzo Pfanner proseguirà poi sino al 15 ottobre, quella di Olio su Tavola sino al 4 ottobre.

Alberto Sordi, Fellini e i Vitelloni: 100 anni insieme è un omaggio ai due maestri del cinema italiano e internazionale, di cui ricorre quest’anno, a soli sei mesi di distanza, il centenario della nascita. I due artisti si sono aiutati e voluti bene per tutta la vita, specialmente fuori dal set. Hanno fatto i primi passi della carriera insieme, ma è soprattutto un film che li ha lanciati nell’universo del mondo cinematografico, I Vitelloni, capolavoro assoluto, riconosciuto da tutta la critica mondiale e fondamentale per il loro percorso professionale.

A Palazzo Pfanner saranno esposti materiali per lo più inediti, con delle vere chicche: manifesti originali di numerosi film, affiancati dai dipinti che li hanno ispirati, locandine, fotobuste, bozzetti, libri, foto di scena, colonne sonore in vinile e cd, tutto proveniente dalla collezione privata del lucchese Alessandro Orsucci. All’inaugurazione della mostra, il 25 settembre, parteciperà Alberto Paradossi, il giovane attore che ha interpretato il ruolo di Fellini nel film di Luca Manfredi Permette? Alberto Sordi.

Orsucci, ormai da quasi trent’anni, raccoglie con grande passione materiale originale pubblicitario del cinema italiano e dei capolavori del cinema americano. La sua collezione è composta anche da colonne sonore originali in vinile e dipinti dei grandi maestri pittori di cinema, pezzi unici dai quali nascevano le idee per realizzare i manifesti dei film prima di andare in stampa. Alberto Sordi è la punta di diamante del suo particolarissimo archivio, oltre 600 pezzi, tutti originali. “Ho sempre amato Sordi – racconta lo stesso Orsucci – come attore, autore, regista, straordinario interprete della commedia all’italiana, ma da quando ho approfondito la sua conoscenza, sapendo quanto bene ha fatto per gli altri, il cosiddetto Sordi segreto lo amo ancora di più. Ho avuto l’onore di conoscerlo personalmente, nel 2001 a Fabriano, durante una fantastica manifestazione a lui dedicata. Già all’inizio del 2019 pensavo sia al centenario della nascita di Sordi che a quello del Maestro Fellini e a come poterli omaggiare. Quale migliore occasione se non questa: realizzare una mostra nella mia città insieme a una manifestazione internazionale e consolidata come il Lucca Film Festival. Un’idea nata e condivisa con Nicola Borrelli, presidente del festival. La scelta del materiale da esporre non sarà semplice, vista la sterminata e lunga carriera di Sordi, con circa 200 film, dalla prima comparsata del 1937 in Scipione l’africano al 1998 con Incontri Proibiti.”

Nell’esposizione ci sarà un’intera sezione dedicata a I Vitelloni e al rapporto tra Albertone e Federico Fellini, si potranno vedere per la prima volta originali mai esposti, inediti come le tre locandine originali delle varie uscite del film al cinema nel corso degli anni.

La lunga attività di Sordi sarà rappresentata da alcune locandine delle sue interpretazioni più famose come: La grande guerra, di Mario Monicelli, considerato da alcuni il più bel film di guerra della storia del cinema; Una vita difficile, girato a Viareggio; Un americano a Roma, diretto da Steno, film da protagonista di Sordi; Il Marchese del Grillo, girato nello stesso Palazzo Pfanner a Lucca.

Tra i pezzi più importanti della collezione, ci saranno alcuni dipinti originali, tempere su cartoncino, pezzi unici, per far conoscere l’arte del “cinema dipinto”, considerata autentica Pop Art, realizzata dai nostri pittori di cinema che hanno creato per la pubblicità dei film alcuni capolavori, collezionati oggi in tutto il mondo.

Una sezione sarà poi dedicata alle musiche dei film, in particolare al Maestro Piero Piccioni, noto autore di colonne sonore per il cinema italiano, che ha avuto con Alberto Sordi un sodalizio fruttuoso e cementato nel tempo, musicando la maggior parte delle sue opere, sia nelle vesti di attore che di regista, come Il medico della mutuaPolvere di stelleFumo di Londra, Finché c’è guerra c’è speranza e Un italiano in America, per citarne solo alcuni.

Parte della collezione dell’archivio Orsucci, soprattutto del periodo precedente a I Vitelloni, sarà esposto alla mostra del centenario a Roma, che si terrà a Villa Sordi dal 16 Settembre 2020 al 31 Gennaio 2021. La maggior parte delle opere sono visibili sul magnifico catalogo, “Un Lucchese a Roma”.

L’amore durante la fine del mondo, in collaborazione con il Lucca Comics & Games, nasce dalla volontà di accogliere in un volume creato ad hoc un’indagine dedicata alle relazioni che intercorrono tra cinema, letteratura ed altre arti fra loro sinestetiche.

La nutrita serie di disegni, tutti in penna bic e acrilico bianco, è realizzata da Antonio Sidibè, giovane artista fiorentino che nel 2011 ha partecipato alla 54° Biennale di Venezia, e si ispira al grande cinema d’autore.

The Zero Theorem di Terry Gilliam, La jetèe, cortometraggio del 1962 di Chris Marker da cui trae spunto L’esercito delle dodici scimmie, sempre di Terry Gilliam, La haine di Mathieu Kassovitz, The tree of life di Terrence Malick sono alcune delle pellicole rievocate. Impresse su carta luci e ombre dal primo Novecento ad oggi, sino a tratteggiare, anche grazie ai numerosi riferimenti letterari che corredano il percorso espositivo, una visione che tende a lasciare aperto un dialogo sospeso tra la distopia e il momento storico attuale.

 

Lucca Film Festival e Europa Cinema

 Il Lucca Film Festival e Europa Cinema, presieduto da Nicola Borrelli, negli anni ha omaggiato i grandi nomi del cinema internazionale da Oliver Stone a David Lynch, da Rutger Hauer a George Romero, da Paolo Sorrentino a Willem Dafoe. È un evento a cadenza annuale di celebrazione e diffusione della cultura cinematografica che coinvolge ogni anno un pubblico sempre più ampio.  È tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Banca Generali Private e Banca Pictet sono i Main Sponsor della manifestazione e le mostre sono prodotte con il sostegno di Societe Generale. Il festival si avvale inoltre del supporto di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Sofidel, ICare, Martinelli Luce, Wella, Lions Club Lucca Le Mura, Lucca organizza, Il Ciocco S.p.A, Cantina Campo alle Comete, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Toscana Promozione, Comune di Lucca, Comune di Viareggio e della collaborazione e co produzione di Provincia di Lucca, Robert F. Kennedy Human Rights Italia, Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Puccini Museum – Casa Natale, Fondazione Festival Pucciniano, Fondazione Carlo Ludovico Ragghianti, Università degli Studi di Firenze, Accademia di Belle Arti di Carrara, CNA Cinema e Audiovisivo Toscana, Istituto Luigi Boccherini e Liceo Artistico Musicale e Coreutico Augusto Passaglia. Si ringraziano anche Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA), A.C.S.I. Associazione Centri Sportivi Italiani, Lucca Comics & Games, la Direzione Regionale di Trenitalia, Unicoop Firenze, Confcommercio delle Province di Lucca e Massa Carrara, il Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa e Photolux Festival per la collaborazione.

ALBERTO SORDI, FELLINI e i VITELLONI: 100 ANNI INSIEME

Lucca, Palazzo Pfanner

dal 25 settembre al 15 ottobre 2020

Via degli Asili 33 – 55100 Lucca

Tutti i giorni, compresa la domenica, dalle 10 alle 18

info: www.palazzopfanner.it/contatti/

L’AMORE DURANTE LA FINE DEL MONDO

Antonio Sidibè

Lucca, Olio su Tavola

dal 25 settembre al 4 ottobre 2020

Via del Battistero 38 – 55100 Lucca

Da mercoledì a domenica, dalle 17 alle 24

La mattina su appuntamento al 0583 491104
info: www.oliosutavola.com

Lucca Film Festival e Europa Cinema
segreteria@luccafilmfestival.it | www.luccafilmfestival.it

Share post with: