18/04/2018

by Flavia Massimi

Piazza Ghilberti a Pelago tornerà a riempirsi ancora una volta, grazie ai numerosi partecipanti e ai mezzi di trasporto d´epoca, sia a due che a quattro ruote: sabato 28 e domenica 29 aprile si svolgerà la quarta edizione de “La Leonessa”, la ciclostorica del Chianti Rufina e della Montagna Fiorentina. Secondo la tradizione, il percorso ciclistico si svilupperà su quattro distanze e quattro itinerari: la passeggiata, il corto, l´intermedio e il lungo. La passeggiata comprenderà un tragitto di 12 chilometri, attraverso gli splendidi vigneti della zona, adatto per rilassarsi grazie agli splendidi paesaggi compresi tra Pelago, la Tenuta di Travignoli ed il Castello di Nipozzano circondato dal suo borgo.

Il percorso corto non necessiterà di preparazione notevole, dati i circa 400 metri di dislivello complessivi: i partecipanti percorreranno gli sterrati di Altomena per poi dirigersi verso Nipozzano. L´intermedio, di circa 49 chilometri con un dislivello pari a poco più di 1000 metri, sarà invece rivolto a partecipanti ben preparati e giungerà fino al ristoro della Consuma. L´itinerario lungo, con un dislivello pari a ben 1800 metri, sarà dedicato ai ciclisti più esperti, data la presenza di salite di media lunghezza come Altomena e Falgano e soprattutto della lunga ascesa della Consuma, nella parte centrale del percorso.

“La Leonessa” percorre strade poco note che accolgono architetture rurali della zona risalenti al Basso Medioevo; si passa da coltivazioni proprie del territorio, come viti e oliveti, a vecchi edifici di campagna e foreste secolari. La manifestazione è dedicata, quindi, anche al territorio in tutti suoi aspetti, dall´enograstronomia alla bellezza del panorama limitrofo.Il percorso sarà realizzato grazie al contributo del Comune di Pelago e destinato a diventare un punto di riferimento del cicloturismo per mezzo della fusione tra cultura e sport, rendendo l´evento unico e teso alla valorizzazione del territorio.

Share post with: