Il Giardino della Gherardesca del Four Seasons Hotel Firenze si è aperto alla città

 By Francesco Galli

 

Grande successo anche quest’anno al Four Seasons di Firenze, per l’’Open Day” dedicato alla raccolta di fondi da destinare alla neonata “Patrizio Cipollini Foundation”, l’Istituzione che ha l’obiettivo di portare avanti progetti cari al primo direttore del Four Seasons Firenze Patrizio Cipollini, scomparso quest’anno, ideatore dell’Open Day e di molte altre iniziative benefiche organizzate dall’Hotel. In questo caso, il ricavato dell’Open Day finanzierà alcune borse di studio che andranno a supportare il percorso di ragazzi dell’Istituto Alberghiero F.lli Pieroni di Barga, frequentato dallo stesso Patrizio Cipollini – e al quale lui stesso era molto legato – da sempre grande sostenitore dell’importanza di una buona formazione per una carriera nel turismo d’eccellenza. Insieme al nuovo General Manager Max Musto, era presente anche il Sindaco di Firenze Dario Nardella. In questa edizione sono stati circa 9000 i visitatori che da tutta la Toscana e non solo, hanno varcato i cancelli dell’hotel fiorentino. Un numero che testimonia la crescita di interesse per questa iniziativa. Le donazioni raccolte hanno raggiunto la straordinaria cifra record di oltre 73.000 euro. Una domenica pre-natalizia durante la quale il Giardino della Gherardesca è rimasto aperto al pubblico dalle 10 alle 16. Moltissime le famiglie con bambini che hanno fatto la fila per entrare, in cambio di una piccola donazione. E poi via per il parco, tra gli alberi secolari, a visitare i mercatini di Natale sorseggiando una cioccolata calda, del buon vino e le specialità toscane dei ristoranti Borgo San Jacopo, Buca Lapi, The Cooking Touch, Fuor D’Acqua, Trattoria Mario, Trattoria Da Burde, Macelleria Fracassi, Il Pirata del Polpo di Piombino, Amozzaré e il Palagio del Four Seasons. Presenti anche il Pizzaiolo Romualdo Rizzuti, Enoteca Pinchiorri insieme a Savini Tartufi e Olio Giachi e la new entry di quest’anno, l’Antico Vinaio con le sue schiacciate farcite famose in tutto il mondo. Il tutto con il sottofondo musicale di Radio Toscana in diretta. A far divertire i più piccoli ci hanno pensato la Compagnia di Babbo Natale, i “Bandierai degli Uffizi” e il “Corteo Storico della Repubblica Fiorentina”, il Coro Africano di Firenze, il Coro di Voci Bianche di Firenze e Scandicci e B-Original con i suoi laboratori. Presenti anche due presepi, di cui uno a grandezza naturale e uno artigianale in movimento, realizzati interamente a mano da Tommaso Nesi della Bottega dei Grassi Nesi.

Share post with: