by Carolina Natoli

 

Dal 6 luglio al 24 agosto, sei capolavori pucciniani andranno in scena a Torre del Lago Puccini per l’unico festival al mondo che celebra Giacomo Puccini: La Fanciulla del West, Turandot, la Bohème, Tosca, Madama Butterfly, Le Villi animeranno le serate estive del Gran Teatro adagiato sulle rive del Lago Massaciuccoli per il 65° Festival Puccini. Si comincia il 12 luglio con la nuova produzione di La Fanciulla del West, con regia, scene e costumi di Renzo Giacchieri. Sul podio dell’Orchestra Regionale della Toscana il Maestro Alberto Veronesi, profondo interprete della partitura pucciniana, che cederà la bacchetta a Gianna Fratta nella rappresentazione del 26 luglio. Il capolavoro incompiuto del teatro musicale del ‘900, Turandot, sarà protagonista il 13 e 19 luglio ed il 17 agosto nell’allestimento di Ezio Frigerio, le cui scene richiamano lo stile liberty viareggino, con i sontuosi costumi di Franca Squarciapino, affidati alla maestria di Giandomenico Vaccari. Salutata da grandi consensi di pubblico e critica al Festival Puccini 2018, torna sul palcoscenico del Gran Teatro La Bohème con la struggente storia d’amore tra Mimì e Rodolfo per la regia di Alfonso Signorini (20 luglio – 3 e 10 agosto). Madama Butterfly, tra le opere pucciniane più rappresentate, sarà a Torre del Lago con un nuovo ed originale allestimento coprodotto con l’Opera di Liegi con la regia di Stefano Mazzonis e che vede il dramma di Cio Cio San ambientato nell’immediato secondo dopoguerra (27 luglio – 12 e 23 agosto). Tosca, composta da Puccini quasi interamente nella sua Villa di Chiatri, sulle colline della Versilia, tra il giugno del 1898 e la fine di settembre del 1899, sarà in scena l’11, 18 e 24 agosto con la regia di Dieter Kaegi in un allestimento kolossal con i costumi di Casa Cerratelli, realizzati da Floridia Benedettini e Diego Fiorini. In cartellone anche Le Villi (16 agosto), la prima opera composta da Puccini, presentata in collaborazione con il MuPA di Budapest che ravviva quel legame culturale tra Viareggio e Budapest che il Maestro aveva instaurato nel corso dei suoi numerosi viaggi, sarà in scena con la regia da Csaba Káel e i costumi di Kati Zoób famosa stilista ungherese. Il 65° Festival Puccini ospiterà il gala “Vivere una fiaba” per celebrare i 50 anni di carriera di Katia Ricciarelli, che vedrà protagonisti grandi artisti nazionali ed internazionali, della musica lirica e pop, che si esibiranno sia singolarmente che in duetto con l’icona della lirica e dello spettacolo “made in Italy” (data da confermare). Completano il programma della stagione 2019 numerosi concerti che si svolgeranno tra Torre del Lago Puccini e Viareggio nella Villa di Paolina Buonaparte con la rassegna Il giardino di Paolina.

 

Gran Teatro all’Aperto Giacomo Puccini

via delle Torbiere

Torre del Lago Puccini (LU)

Tel. +39 0584 350567

Ticket +39 0584 359322

ticketoffice@puccinifestival.it

www.festivalpuccini.it

Share post with: